~ FORUM DELLA FILOSOFIA E DEI SUOI EROI ~
« Il linguaggio è un labirinto di strade, vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un'altra parte e non ti raccapezzi più... » Wittgenstein

Menu di navigazione

Salve! Oggi è Domenica 28 Maggio 2017 e sono le ore 4 e 52 minuti.

ELENCO COMPLETO DEGLI UTENTI ISCRITTI AL FORUM DELLA FILOSOFIA
[la nostra città filosofica conta 5048 iscritti]

Amministratori dei siti partecipanti al Forum

Foto Nome Utente
Numero Post
Pagina Personale
Contattalo
dr.Freud
Amministratore
 
Pensiero Debole
Amministratore
 

Moderatori del Forum

Foto Nome Utente
Numero Post
Pagina Personale
Contattalo
Raffaele
Moderatore
 
synt
Moderatore
 
rebecca
Moderatore
 
J.
Moderatore
 
Faskyo
Moderatore
 
Stefano.b
Moderatore
 

Utenti iscritti al Forum
[mostral per iniziale: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z Altri]

Foto Nome Utente
Numero Post
Pagina Personale
Contattalo
Qazmlp
 
quantoduralaverita?
 
Quantum
 
quarzoialino
 
quattromori89
 
Quel singolo
 
Questa non è una pipa
 
quintusred
 
quiquoqua
 
QVD
 
qwe
 



Può darsi che stiamo diventando sempre più simili a Dio, ma non per questo stiamo diventando più felici. (FRANCIS BACON)



CHATBOX Registrati o Autenticati per poter scrivere


I CENTO TALLERI - la collana filosofica ufficiale di Filosofico.net e Portalefilosofia.com - Acquista, SOSTIENICI!
La rivoluzione estetica di Antonio Gramsci e György Luckás
Emiliano Alessandroni (prefazione di Pietro Cataldi)


L'arte possiede il grande merito, secondo Hegel, di liberare lo spirito umano dalle prigioni cognitive dell'empiria immediata. Questa elevazione spirituale conduce tuttavia, in alcuni casi, ad una deformazione di tipo sublimata della realtà effettuale e ad una levigatura iconica dei suoi conflitti. Il libro indaga tale complesso rapporto tra bellezza e verità, con l'attenzione rivolta alle originali riflessioni di Antonio Gramsci e di György Luckás, le due voci più autorevoli del marxismo novecentesco.
--» vai ai dettagli

Prezzo: 15 euro (spedizione gratis)
“I Cento talleri” è una collana che si propone di riscoprire i testi filosofici dimenticati, riproponendoli in maniera fedele, senza corrompere la loro integrità e, pertanto, restituendo la voce ai filosofi e alla loro critica spietata delle storture dell’esistente: ed è in vista di questo difficile e ambizioso obiettivo, che la nostra collana vuole riscoprire i pensatori, i temi, le linee di pensiero più celati e “scomodi”, quelli di cui il nostro tempo vorrebbe essersi definitivamente sbarazzato perché portatori di verità “altre”, perché in perenne alterco con lo status quo, perché non disposti a scendere a patti col mondo. In particolare, ci proponiamo la riscoperta di quel “filone minoritario” della nostra tradizione culturale che corre parallelo al filone principale (metafisico e pacificante, dogmatico e contemplante verità già date) e che ad esso è stato fino ad oggi indebitamente subordinato.

Acquistando uno o più volumi darai nuova linfa al nostro progetto. Aiutaci a portarlo avanti, acquista un libro - e non esitare a proporci possibili pubblicazioni, I Cento Talleri sono un progetto dinamico, aperto a nuovi collaboratori.